Instagram     Youtube         Email
                                                                              BE THE LOVE YOU WISH TO SEE IN THE WORLD.

Post recenti

Burger di sorgo, funghi e barbabietola: vegani e senza glutine

Burger di sorgo, funghi e barbabietola: vegani e senza glutine

Questi burger vegani di sorgo, funghi e barbabietola rossa sono senza glutine (quindi adatti anche ai celiaci), nutrienti, facili da preparare e soprattutto molto gustosi. Personalmente, credo che una tra le cose più importanti per un’alimentazione sana, sia la varietà nella scelta degli alimenti. Per questo cerco di alternare […]

Samadi Bali: un’oasi a Canggu

Samadi Bali: un’oasi a Canggu

Samadi Bali non è solo un noto studio di yoga a Canggu, è molto di più. Ho avuto modo di scoprirne le bellezze, soggiornandovi durante gli ultimi giorni che ho trascorso a Bali, alla fine del mio viaggio di un anno intorno al mondo. E’ […]

Viaggio a Bali 2019

Viaggio a Bali 2019

Alla scoperta di Bali

Tra natura, cultura, cibo vegan e yoga nell’Isola degli Dei

Partenza dall’Italia: 25/08/19

Itinerario dettagliato

Giorno 1- Partenza dall’Italia con volo di linea Qatar con scalo per Bali

Giorno 2 – Arrivo a Denpasar, trasferimento a Canggu e resto della giornata a disposizione

Atterrati a Denpasar, disbrigo delle pratiche doganali e trasferimento in hotel . Resto della giornata a disposizione per rilassarsi a bordo piscina dopo il volo intercontinentale o per un prima visita in autonomia delle belle spiagge e del piacevole centro di Canggu. Pernottamento: Canggu 

Giorno 3 – Yoga, Tempio di Tanah Lot, Spirulina Farm

Dopo la prima colazione, la prima parte della giornata sarà dedicata ad una lezione di Yoga [attività facoltativa non inclusa nella quota – da pagare direttamente in loco]. Pranzo libero a Canggu. A seguire si visiterà la Bali Spirulina Farm che produce e lavora un’ottima qualità di Spirulina, al termine si proseguirà in bus per visitare Tanah Lot, il famoso tempio Hinduista dedicato al Dio del mare Baruna, situato in una location particolarmente suggestiva arroccato su una scogliera.  Tempo a disposizione per ammirare il tramonto con il sole che si immerge nell’oceano alle spalle del tempio. Cena libera e rientro in hotel per il pernottamento. Pernottamento: Canggu  (B)

Giorno 4 – Visita alle belle spiagge di Canggu e Nyanyi

Giornata a disposizione per visitare e rilassarsi lungo le famose spiagge di Batu Balong, Eco Beach e Nyanyi (spiaggia con la sabbia nera) dove sarà anche possibile provare l’emozione di fare Surf in uno degli spot più famosi dell’isola [le lezioni di Surf sono adatte anche ai principitanti – l’affitto del materiale è facoltativo, non incluso nella quota; da prenotare e pagare direttamente in loco]. Cena libera e rientro in hotel per il pernottamento.  Pernottamento: Canggu  (B)

Giorno 5 – Lezione di cucina Balinese Vegana – Pomeriggio libero e tramonto a Ecobeach

Dopo la prima colazione in hotel, la prima parte della giornata sarà dedicata ad una lezione di cucina Balinese Vegana. Pranzo con quanto preparato durante la Cooking Class. Il pomeriggio sarà quindi a disposizione per rilassarsi in spiaggia prima di ammirare il tramonto presso l’Ecobeach, uno dei luoghi giù frequentati dell’isola. Cena libera e pernottamento a Canggu. Pernottamento: Canggu  (B) 

Giorno 6 – Trasferimento a Nusa Penida – Resto della giornata a disposizione

Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento in minivan fino al Ferry che con un breve trasferimento permetterà di raggiungere l’isola dai paesaggi scenici di Nusa Penida, situata lungo l’estrema punta meridionale di Bali. Arrivo sull’isola e incontro con i minivan per il trasferimento in hotel. Il resto della giornata sarà a disposizione per visitare l’isola e alcune delle sue spiagge come Crystal Bay. Pernottamento: Nusa Penida  (B)

Giorno 7 – Alla scoperta di Nusa Penida

Dopo la prima colazione in hotel, la giornata sarà a disposizione per visitare alcune delle spiagge più interessanti dell’isola come Pandan e Puyung, quest’ultima selvaggia e isolata si raggiunge con una passeggiata di circa 30 minuti. Nel pomeriggio sarà possibile effettuare un’escursione per lo snorkeling al famoso Manta Point, uno dei luoghi più famosi di Bali per questa attività, situato nel centro del canale che separa Nusa Penisa dalle coste di Bali [lo snorkeling è facoltativo e non incluso nella quota, da prenotare e pagare direttamente in loco]. Pernottamento: Nusa Penida  (B)

Uno scorcio di Nusa Penida e il famoso tempio di Pura Lempuyang

Giorno 8 – Workout in spiaggia ed escursioni a Nusa Penida

Dopo la prima colazione in hotel, la mattinata sarà dedicata ad un workout con Alessia preso la bella spiaggia di Atuh, a seguire la giornata sarà dedicata alla scoperta di Peguyangan Waterfalls, uno dei siti più remoti dell’isola con le alte scogliere che si gettano nell’oceano, e della spiaggia di Angel Billabong. Pernottamento: Nusa Penida  (B)

Giorno 9 – Trasferimento ad Ubud – Visita della Monkey Forest

Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento in bus e ferry fino ad Ubud, situato lungo le pendici meridionali della zona collinare centrale dell’isola. Arrivati ad Ubud, sistemazione in hotel e pranzo libero. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta della Famosa Monkey Forest. Dopodichè sarà possibile camminare nel piacevole centro di Ubud, tra locali vegan, bistro instagrammabili e negozi in stile boho. Pernottamento: Ubud  (B)

Giorno 10 – Le risaie di Tegalalang e il Tempio di Tirta Empul

Dopo la prima colazione in hotel, al mattino si visiteranno le famose risaie di Tegalalang per un’immersione nella Bali rurale: i bellissimi panorami delle risaie coltivate a terrazzamenti, i tanti templi – alcuni microscopici e nascosti, altri più imponenti e famosi – per scoprire la profonda spiritualità che da secoli è uno dei fulcri della cultura e delle tradizioni balinesi. Al termine si proseguirà con la visita del famoso Tempio di Tirta Empul, molto frequentato dai Balinesi che ogni giorno vi si recano per le tradizionali cerimonia della purificazione nelle acque del tempio considerate sacre. Al termine rientro ad Ubud e resto della giornata a disposizione per una passeggiata nel centro della piccola cittadina da anni divenuta il centro della rinascita spirituale ed artistica dell’isola. Pernottamento: Ubud  (B)

Giorno 11 – Escursione all’alba sul vulcano Batur

Nella notte (circa verso le 02:30) trasferimento in bus per raggiungere Kintamani, luogo di partenza per l’escursione a piedi che in circa 2,5 ore di cammino permetterà di raggiungere la sommità del vulcano Batur, dal quale si possono ammirare alcune delle albe più emozionanti dell’isola con il sole che sorge alle spalle del Monte Agung, offrendo giochi di luce unici. Colazione sulla cima. Al termine del trekking, si rientrerà ad Ubud con il minivan. Resto della giornata a disposizione per una passeggiata nella cittadina o per provare uno dei tradizionali massaggi balinesi in una delle ottime Spa della zona [i massaggi sono opzionali, non inclusi nella quota]. Cena libera e pernottamento a Ubud. Pernottamento: Ubud  (B) 

Giorno 12 – South East Bali

Dopo la prima colazione in hotel, la giornata sarà dedicata alla visita delle zone sud-orientali dell’Isola con il Taman Tirtagangga, il palazzo reale circondato da magnifici giardine e fontane; il bellissimo tempio di Pura Lempuyang (le porte del paradiso di Bali) e la scenografica cascata di Tegenungan. Al termine rientro ad Ubud per la cena libera e il pernottamento. Pernottamento: Ubud  (B)

Giorno 13 – Visita del Tempio di Uluwatu – Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia

Dopo la prima colazione in albergo, nella mattinata si effettuerà il check-out presso l’hotel prima di spostarsi lungo le coste meridionali dell’isola per visitare il tempio di Uluwatu, situato sul ciglio di un’alta scogliera a picco sull’oceano. Al termine ci si sposterà nell’area di Uluwatu oppure Seminyak per una passeggiata e qualche acquisto prima della cena libera e del trasferimento in aeroporto in coincidenza con il volo per l’Italia. Partenza in serata. (B)

Giorno 14 – Arrivo in Italia

PREZZO per persona: 2290 € (in camera doppia)

+ tasse aeroportuali 398 € (da riconfermare 30 gg prima della partenza)

Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa): 80 € a persona

Gruppo confermato con un minimo di 14 partecipanti

Prenota il viaggio

Offerta a posti limitati valida per iscrizioni fino al 30 giugno

Le quote comprendono:

  • Voli di linea in classe economica come da operativo indicato o similare
  • Trasferimenti aeroportuali a Bali
  • Tutti i trasferimenti indicati nel programma con mezzi privati come indicato
  • Guida locale parlante inglese durante l’escursione al Mt Batur
  • Pernottamento e prime colazioni negli hotel indicati o similari
  • Assicurazione Multirischio Turismo
  • Direzione Tecnica da parte del Tour Operator

Le quote non comprendono:

  • Tasse aeroportuali (da confermare all’atto dell’emissione)
  • Pasti e bevande non menzionati nell’itinerario
  • Gli ingressi ai siti 
  • La guida ove espressamente menzionata [guida prevista durante l’escursione sul Mt Batur]
  • Le bevande ai pasti
  • Visite opzionali e ingressi non contemplati
  • Escursioni e attività facoltative e quanto non espressamente menzionato alla voce “Le quote comprendono”

Perchè partire con noi?

In questo viaggio alla scoperta di Bali saremo io e Stefania di @abruzzovegan ad accompagnarvi. Non si tratta della solita vacanza organizzata, ma di una vera e propria avventura: saremo prima di tutto degli amici e delle amiche che ogni giorno condivideranno esperienze indimenticabili. Mi sono innamorata di quest’isola già la prima volta in cui ci sono due anni fa, motivo per cui ora mi trovo qui a vivere per più di 2 mesi, per concludere in bellezza il mio viaggio di 1 anno intorno al mondo. In questo tempo ho avuto modo di conoscere la cultura locale, sorprendendomi ogni giorno di più di quanto siano gentili le persone, che con i loro rituali e tradizioni, creano un’atmosfera magica. Oltre ai magnifici templi, anche la natura non finisce mai di soprendere: cascate, terrazze di riso, palme che toccano il cielo, tramonti colorati, spiagge con la sabbia nera, giungle con scimmie tenere ma birichine, pesci colorati e mante, scogliere scenografiche e panorami mozzafiato; qui ce n’è davvero per tutti i gusti. Last but not least… il tutto sarà contornato da lezioni di yoga, fitness e tanto buon cibo vegan, perchè Bali è decisamente un paradiso per quanto riguarda la varietà e la vasta scelta di ristoranti e bistro che offrono deliziosi cibi vegan (oltre che super instagrammabili!). Nei mesi in cui sto vivendo qua, sto provando numerosi locali e non vedo l’ora di portarti nei miei preferiti! Un mese prima della partenza creeremo un gruppo su Facebook in cui ci conosceremo ed in cui invierò tutti i suggerimenti e le info relative al viaggio. Che aspetti? Vieni con noi a scoperire l’isola degli Dei 🙂

Per richieste o maggiori informazioni:

Il coloratissimo cibo di Bali

Gli itinerari sono stati studiati da Alessia Fantini (@_thevegansideofthemoon) e Stefania Ferri (@abruzzovegan) secondo la propria filosofia di viaggio, nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale.

Il viaggio è organizzato dalla VIA – Viaggi in Avventura Srl  P. IVA 09229241006; Autorizzazione attività Tour Operator e Agenzia di Viaggio n. 4146/09 rilasciata dalla Provincia di Roma; Polizza Responsabilità Civile: Allianz Spa n. 112367608; Polizza Copertura Contro il Rischio Insolvenza ai sensi di quanto previsto dall’art. 50 del D. Lgs. N. 79/2011:  Servisegur Consultores SL – Corso Italia, 9 20122 Milano – sinistri@servisegur.com – Call Center: +390230510118. 

Ritiro ayurvedico a Bali: Sukhavati

Ritiro ayurvedico a Bali: Sukhavati

Durante il capitolo Balinese del mio viaggio ho visitato il ritiro Ayurvedico Sukhavati. In passato ho fatto diversi ritiri di yoga, meditazione o detox, ma questa è stata la prima volta che ne ho fatto uno di Ayurveda e a dirla tutta è stato anche […]

Vegani in Thailandia

Vegani in Thailandia

Oltre a spiagge meravigliose, templi con decorazioni spettacolari, cascate nella giugla, tramonti coloratissimi e tanto buon cibo, in Thailandia ci sono anche molti centri per fare yoga, ritiri di meditazione e ritiri detox. Se mi seguite su Instagram (@_thevegansideofthemoon) saprete che dopo gli Stati Uniti, […]

Vegani a Koh Phangan

Vegani a Koh Phangan

Koh Phangan è una bellissima isola nella parte sud est della Thailandia, conosciuta principalmente per il Full Moon Party, il party sulla spiaggia più famoso al mondo.

Quello che molti non sanno è che la parte nord ovest dell’isola (nello specifico nell’area conosciuta come Srithanu, vicino a Zen Beach) è una specie di paradiso vegano, con ristoranti, caffè e centri yoga.

Dopo aver passato più di 15 giorni esplorando quest’isola, ho deciso di condividere con voi la mia esperienza, facendo una lista dei ristoranti in cui ho mangiato, i posti in cui ho dormito, dove ho fatto yoga, dove ho fatto un detox di 3 giorni e anche alcuni consigli sui posti da visitare.

DOVE MANGIARE?

Karma Kafe

Il mio ristorante preferito dell’isola è stato decisamente Karma Kafe, di cui ho adorato tutto: il cibo, l’atmosfera rilassata, l’arredamento che mi sembrava un mio board di pinterest e lo staff molto gentile e disponibile.

In questo ristorante completamente vegano il cibo è biologico e nel menù ci sono un sacco di opzioni sane, senza glutine, crudiste e senza zucchero.

Da provare consiglio il sushi crudista con sopra dei cuoricini di tahini e il loro burrito con il wrap di spirulina, da urlo!!

EAT.CO – Eat Consciously

Se siete nei pressi di Zen Beach, Eat.co è senz’altro una tappa perfetta per la cena dopo essersi goduti il tramonto sulla spiaggia. Qui, qualsiasi cosa scegliate di ordinare dal menù, vi consiglio di ordinare anche una porzione extra di “Meaty mushrooms”, senza dubbio i migliori funghi mai mangiati in vita mia! 

Se invece vi trovate vicino al porto di Thong Sala, non c’è luogo migliore per il brunch della Bruncherie di Eat.co, dove hanno un po’ di tutto, ma le cose che vanno per la maggiore sono i waffles con farina di ceci, che posso essere sia dolci che salati.

The fruitarian experience

The fruitarian experience è il primo ristorante al mondo che offre cibo a base di frutta al 100%. Vale senz’altro una visita, perchè sono sicura che sarà un’ esperienza che vi sorpenderà positivamente.

Il cibo non è completamente crudista, perché alcuni piatti sono cotti, ma il menù è tutto a base di frutta (inclusi ingredienti come pomodoro, zucca, ecc che spesso nel quotidiano facciamo cadere sotto alla categoria di verdure ma che in realtà sono frutti).

Visto che i proprietari sono dei giovani ragazzi italiani, nel menù ci sono molte rivisitazioni dei nostri piatti tradizionali.

Io ho preso un piatto con un dei gnocchi fatti con la banana conditi con una crema di zucca e zucchine arrostite, un burrito con un ripieno di avocado, pomodori e olive avvolto in un wrap disidratato per 72 ore a base di zucchine, zucca e peperoni.

La cosa che mi è piaciuta di più però è stata la carbonara di zucchine condita con una crema di avocado in cui c’era uno speciale sale nero dell’Himalaya che ha un sapore che ricorda quello dell’uovo, incredibile!

Non me lo sarei mai aspettato, ma dopo questi due piatti ero sazia e nemmeno il mio stomaco extra, quello per il dessert, ce l’ha fatta.. peccato perché c’era un tiramisù che stava chiamando proprio il mio nome!

Comunque tutto quanto era davvero buono, pare incredibile che fosse tutto solo a base di frutta! 

Pure vegan heaven

Pure vegan heaven è una catena di ristoranti vegani che oltre a Koh Phangan, ha sede anche a Koh Samui, Phuket e Chiang Mai. Io ci sono stata sia a Koh Phangan che a Koh Samui e la loro raw bowl mi ha decisamente conquistata, così come il dessert al cioccolato e frutti di bosco, una vera delizia!!

Green Gallery

Sempre nella zona di Srithanu, c’è un’altro ristorante vegano con un menù molto vario e gustoso!! La loro insalata birmana mi è piaicuta un sacco e vi consiglio di provarla se avete voglia di qualcosa di leggero ma al tempo stesso molto gustoso!

Due volte a settimana organizzano delle serate con un falò e musica dal vivo.

DOVE DORMIRE?

Panviman resort

Sono volata in Thailandia intorno ai primi di dicembre, e visto che il mio arrivo coincideva con il mio compleanno (sono un saggitario) ho deciso di regalarmi un soggiorno di 3 giorni in questo angolo di paradiso con tanto di piscina in camera e vista mozzafiato.

Questo Resort si trova nella parte nord est dell’isola, è immerso nel verde e ha una spiaggia molto bella. In bassa stagione, il rapporto qualità prezzo è ottimo e penso che valga la pena concedersi qualche giorno di lusso.

La colazione a buffet offre un sacco di ozpioni vegan, tra cui frutta tropicale di alta qualità, un buon caffè (hanno anche il latte di soia), toast con marmellata e per chi ama le colazioni salate c’è un’ampia scelta di piatti caldi che cambia giornalmente con verdure, fagioli in salsa di pomodoro e molto altro.

Il giorno del mio compleanno, i dolcissimi ragazzi dello staff mi hanno messo in imbarazzo davanti ad un’intera sala piena di persone cantandomi tanti auguri e portandomi questo piattino con le candeline accese durante la colazione. È stata una cosa carinissima, ma sono l’unica che si guarda intorno non sapendo cosa fare mentre mi cantano tanti auguri?!😅

Wonderland healing center

Spostandomi più al centro dell’isola, sono andata per alcuni giorni a praticare yoga al Wonderland Healing Center, un resort 100% vegano che offre ritiri di yoga, detox o semplicemente un po’ di relax nella giungla. Vicino c’è anche una cascata molto bella da visitare e ho fatto anche un video sul mio canale Youtube dove documento una mia giornata durante il ritiro (coming soon).

Il cibo è delizioso e i pasti sono a buffet, con un salad bar e un angolo con frutta fresca presenti ad ogni pasto, a cui si aggiungono piatti caldi che cambiano giornalmente e non si ripetono mai nell’arco di 7 giorni. Io adoro i buffet perché è bello poter assaggiare un po’ di tutto.

Ogni giorno vengono offerte lezioni di diversi tipi di yoga, pilates, classi di meditazione e altre attività spirituali.

The Sanctuary Thailand 

The Sanctuary Thailand è il posto ideale per chi vuole rigenerarsi facendo qualche giorno di detox, così come per chi è in cerca di tranquillità lontano dai turisti, dalle macchine e dagli scooter, visto che si trova in una parte dell’isola raggiungibile solo via mare.

Le spiagge selvagge immerse nella giungla sono il luogo perfetto per del vero e proprio relax. Oltre a diversi programmi di detox, c’è un delizioso ristorante con diversi menù: uno onnivoro, uno vegano ed uno interamente crudista. Consiglio di provare i nori rolls, erano buonissimi. Ripieni di lattuga, carote, cavolo cappuccio e cremina fatta con yogurt di cocco speziata con le foglie di kaffir lime, un ingrediente molto usato nella cucina thailandese di cui vado pazza!

Bamboo Huts

Nei pressi di The Sanctuary Thailand, c’è anche una graziosa serie di bungalows che si chiama Bamboo Huts. Purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista), non si trova online, quindi per soggiornarci bisogna andare lì di persona e accertarsi che abbiano disponibilità.

I bungalows sono molto basic, ma sono puliti e il rapporto qualità prezzo (500 baht a notte per un bungalow per due persone) secondo me è buono, vista la location mozzafiato.

Dopo numerosi giorni consecutivi di pioggia (era la stagione delle piogge) mi sono svegliata con questa vista.

I ragazzi dello staff sono super gentili e nel loro menù ci sono un sacco di piatti vegani o che possono diventarlo su richiesta. I prezzi sono bassi e le porzioni più che abbondanti (win win!!).

Captan Home

Ho trovato questo ostello su booking cercando una camera privata economica con bagno nella zona di Srithanu.

Molto semplice e basic, ma c’era tutto il necessario e la zona è davvero carina.

A 3 minuti a piedi c’è una spiaggia dove ci si può godere tramonti con nuvole con il colore dello zucchero filato.

Cose da non perdere: i miei suggerimenti

  • Un luogo imperdibile è il View Point da cui si può godere la meravigliosa vista dell’isola di Ko Ma.
  • Anahata Yoga Shala: Nella zona di Srithanu, c’è un centro yoga dove vengono offerte lezioni gratis di diversi tipi di yoga. Le lezioni si tengono due volte al giorno: al mattino e nel pomeriggio.
  • Non sono sicura al 100% che sia una cosa continuativa nel tempo, ma vi consiglio di andare a dare un’occhiata se vi trovate nei paraggi. Nei giorni in cui sono stata a Srithanu, adoravo andare alla lezione del pomeriggio per poi andare a vedere il tramonto in spiaggia, che era ad un minuto di camminata.
  • Se siete interessati in eventi di tipo olistico vi consiglio di iscrivervi al gruppo facebook “FREE conscious events – Koh Phangan, Koh Samui & Chiang Mai”, dove vengono pubblicati giornalmente numerosi eventi interessanti.
Pancakes di barbabietola rossa senza glutine

Pancakes di barbabietola rossa senza glutine

Fare i pancakes vegani è semplicissimo e lo è anche renderli colorati e apprezzabili alla vista oltre che al palato! Per sostituire le uova si può usare la banana oppure il cosiddetto “chia” o “flax egg” che non è altro che un gel costituito da […]

Budino di chia con 3 ingredienti

Budino di chia con 3 ingredienti

Scommetto che avete già sentito parlare del budino di chia o chia pudding, che recentemente ha spopolato su pinterest e instagram. I semi di chia, oltre ad essere un vero è proprio super food, a contatto con l’acqua la assorbono e creano un effetto gel, […]

Granola croccante vegan e senza glutine

Granola croccante vegan e senza glutine

Per preparare questa granola homemade ci si mette davvero pochissimo tempo ed è senza dubbio più buona ed economica di quella comprata, oltre ad essere più sana.

Questa che vi propongo è vegan, senza glutine e senza zucchero. Per chi non volesse utilizzare lo sciroppo d’acero o quello di agave, consiglio di usare un dolcificante a base di datteri.

Ciò che mi piace della granola fatta in casa è che non viene mai uguale: mi piace sempre variare gli ingredienti, in particolare le noci e i semi che uso. Si possono usare noci, noci pecan, anacardi, nocciole, mandorle, pistacchi, arachidi, semi di zucca, di girasole, noci di macadamia, noci del brasile, cocco, uvetta e chi più ne ha più ne metta. Quindi largo alla fantasia e sbizzarritevi.

Adoro usarla come toppings sullo yogurt o nel latte vegetale, su un porridge ancora caldo (come quello della prima foto) oppure su una smoothie bowl super green.

Granola croccante vegan e senza glutine

Preparazione 5 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 30 minuti

Ingredienti

  • 140 g fiocchi d'avena
  • 200 g frutta secca oleosa (io ho usato noci, mandorle, arachidi e anacardi)
  • 4 cucchiai olio di cocco
  • 5 cucchiai sciroppo d'acero (agave oppure dolcificante a base di datteri)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 spolverata di cannella
  • 1/2 cucchiaino di aroma di vaniglia (in forma liquida)

Procedimento

  1. Preriscalda il forno a 170°C e ricopri una teglia con carta da forno;

  2. In una casseruola (o nel forno a microonde), fai sciogliere, scaldando a fuoco basso, l’olio di cocco e lo sciroppo fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Nel frattempo, in una ciotola unisci tutti gli ingredienti secchi;

  3. Versa il composto liquido sugli ingredienti secchi e mescola per bene;

  4. Distribuisci la granola in modo uniforme sulla teglia (precedentemente ricoperta da carta da forno) ed inforna per 20-25 minuti o fino a quando la granola avrà raggiunto la doratura. Ogni 10 minuti mescola per garantire una cottura uniforme.

Note

Si conserva per un massimo di 3 settimane. Consiglio di metterla in un contenitore in vetro con chiusura ermetica affinché si preservi la croccantezza.

Ristoranti vegani a Valencia

Ristoranti vegani a Valencia

Valencia, a mio parere une delle città più belle della Spagna (non le ho visitate tutte e sono di parte, quindi prendete il mio parere con le pinze;). Ho avuto la fortuna di viverci per 6 mesi grazie all’erasmus, durante il quale ho studiato al […]