Instagram         Email
                                                                              BE THE LOVE YOU WISH TO SEE IN THE WORLD.

Clafoutis alle pesche

Clafoutis alle pesche

Il termine clafoutis deriva dall’occitano clafotis, dal verbo clafir, che significa riempire. Di pesche ovviamente. La ricetta classica è a base di ciliegie, tuttavia si può fare con diversi tipi di frutta, a seconda della stagione. Durante la ormai passata stagione estiva, le pesche piatte dell’azienda agricola dove andiamo a prendere la frutta e la verdura, erano qualcosa di eccezionale. Quali sono le tue pesche preferite? A me piacciono un po’ tutte le varietà, purchè siano moooolto dolci. Queste erano talmente saporite e zuccherine che non potevano non essere trasformate in una torta soffice e delicata, da portare al pranzo per il compleanno della nonna e da gustare come dessert. E’ stata un successo, e mi viene l’acquolina in bocca solo a pensare al dolce profumo che il forno emanava mentre la cucinavo. Ora non voglio farti venire troppa fame… quindi come dice sempre il mio fratellino, “bando alle ciance” e ti lascio alla ricetta!

 

 

Stampa

Clafoutis alle pesche

Preparazione 15 minuti
Cottura 1 ora 20 minuti
Tempo totale 1 ora 35 minuti
Porzioni 1 torta di 20 cm di diametro

Ingredienti

  • 230 g farina integrale
  • 15 g lievito
  • 50 g zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g vanillina
  • 250 ml latte di soia
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 5 pesche saturnine

Procedimento

  1. Preriscalda il forno a 180°. Nel frattempo lava le pesche, sbucciale e tagliale a fettine non troppo sottili;
  2. In una ciotola capiente, setaccia la farina, il lievito e la vanillina. Dopodiché aggiungici lo zucchero e un pizzico di sale;
  3. Mescolando con una frusta, inizia a versare lentamente il latte di soia e il succo di limone, dopo averlo spremuto;
  4. In base a quanto è assorbente la farina che usi, potrebbe servire un po' di più o poco meno latte vegetale di quello indicato. L'impasto deve risultare cremoso, ma non troppo liquido;
  5. Versa l'impasto in una tortiera ricoperta da carta forno. Per le quantità indicate in questa ricetta ho utilizzato una tortiera rotonda di 20 cm di diametro;
  6. Disponi le pesche sull'impasto a raggiera o come preferisci, creando anche più strati sovrapposti;
  7. Copri la torta con un foglio di alluminio e infornala. Lasciala cuocere per circa 1 ora, poi togli l'alluminio e falla cuocere per ulteriori 10-15 minuti;
  8. Valuta la cottura facendo la prova dello stuzzicadenti e, se necessario, prolunga la cottura di altri 5-10 minuti al massimo;
  9. Una volta pronta la torta, lasciala raffreddare prima di toglierla dallo stampo.

Il clafoutis alle pesche si conserva per 4 giorni coperto sotto una campana di vetro o in frigorifero se fa troppo caldo. Si può anche congelare in un sacchetto ben chiuso e poi lasciarlo scongelare a temperatura ambiente o nel microonde. Ottimo da gustare anche a colazione, accompagnato da un succo di frutta.

 



11 thoughts on “Clafoutis alle pesche”

Lascia un commento