Instagram         Email
                                                                              BE THE LOVE YOU WISH TO SEE IN THE WORLD.

Post recenti

Banana ice cream – gelato vegan con 1 ingrediente

Banana ice cream – gelato vegan con 1 ingrediente

Sono appena tornata dall’Inghilterra e durante i 10 giorni di pioggia e freddo tipici delle estati londinesi, il caldo dell’Italia mi mancava. Ora invece sono qui, a cercare qualcosa che mi rinfreschi in questa caldissima domenica cittadina pre ferragosto. Mentre scrivo, con il ventilatore che mi soffia […]

Cestini di miglio con hummus di piselli alla menta

Cestini di miglio con hummus di piselli alla menta

Anche se dalle foto del mio profilo Instagram non sembra, i miei pranzi sono molto semplici: sempre a base di cereali e legumi, con l’occasionale aggiunta di qualche verdura. Mi piace variare ogni giorno sia i cereali (alternando tra pasta, riso, quinoa, farro, miglio, bulgur, orzo, […]

Vegani a Copenaghen

Vegani a Copenaghen

Dato che come ha detto mia nonna non mi piace fare le cose come le persone normali, dopo aver passato Natale in spiaggia in Thailandia ho pensato che sarebbe stata una cosa simpatica passare Pasqua con la neve. Allora per passare un po’ di tempo con una mia amica spagnola, abbiamo deciso di andare insieme a Copenaghen. Dall’aria primaverile di un aprile friulano, con 4 ore di volo mi sono catapultata nel gelo della coloratissima capitale danese. Tra castelli immersi in parchi con labirinti giganteschi, musei e biciclettate per strade piene di casette dai colori pastello, abbiamo passato delle giornate molto avventurose. Come da ogni viaggio mi porterò a casa nuovi ricordi, storie improbabili raccontate da sconosciuti sulla metro, nuove idee e visioni del mondo da altre prospettive. E da questi giorni ho capito anche che Copenaghen è una città estremamente costosa e che i danesi non amano gli ombrelli (0° gradi, pioggia a catinelle e loro a camminare e correre beati senza ombrello, ok).

Per continuare la serie “Vegani a…” desidero mostrarvi dei posti dove mangiare vegan durante il vostro prossimo viaggio a Copenaghen. Per avere una panoramica totale dei posti in cui trovare pasti cruelty free vi consiglio di usare HappyCow. Naturalmente questo post contiene solamente una lista di quelli che io e la mia amica abbiamo scelto e provato.

 

GAO Dumpling Bar

Siamo arrivate molto tardi in aeroporto a Copenaghen, per questo la prima sera siamo andate a cena nella zona in cui avevamo prenotato un Airbnb, ovvero Norrebro, una zona tranquilla vicino al centro detta “piccola Berlino”. Camminando ci siamo imbattute in un locale minimalista (stile tipico danese), che faceva dumplings per tutti i gusti. C’erano anche delle opzioni vegan, per cui abbiamo deciso di fermarci lì, anche perchè non ci vedevamo più dalla fame! In questo bar offrono vari tipi di ripieni per i dumpligs, tra quelli vegani c’erano quelli agli spinaci con verdure miste e quelli con funghi e aglio. Ho preso entrambi per provarli e devo dire che erano davvero gustosi! Per tutti i tipi di ripieno si poteva scegliere se ordinare involtini fritti o cotti a vapore. Offrono anche una selezione di contorni e le opzioni vegane sono segnalate sul menù.

 

 

Simple Raw

Poiché la vita in Danimarca è parecchio costosa, e mangiare al ristorante anche, per risparmiare qualcosina facevamo sempre colazione a casa con della frutta comprata al supermercato. Poi per pranzo ci fermavamo e spesso e volentieri mangiavamo un brunch. Per un’amante delle colazioni come me non c’è niente di meglio di mangiare cibo da colazione per pranzo, ecco perchè amo così tanto questa fusione tra breakfast e lunch! Il secondo giorno siamo andate da Simple Raw, un ristorante vegan quasi totalmente crudista che tra gli altri piatti che sembrano uno più delizioso dell’altro, offre questo piatto da brunch (che io ho preso) composto da: Acai bowl con granola crudista e frutta fresca, 1 shot di estratto di zenzero (nonostante io adori lo zenzero l’ho trovato fortissimo, ho rischiato la vita!), una fetta di torta raw al triplo cioccolato, avocado su pane crudista di semi, cracker raw di carota con crema al prezzemolo e involtini di riso con avocado e salsa tamari. La crema di prezzemolo era talmente buona che ne ho ordinato una porzione extra e poi ho spudoratamente chiesto la ricetta, che si è rivelata essere molto semplice: anacardi, prezzemolo, sale e olio d’oliva. Devo ancora provare a farla! Il cibo in questo ristorante è davvero buono, tant’è che l’ultimo giorno, quando la mia amica se n’era già andata ci sono tornata per pranzare prima di prendere l’aereo per tornare a casa. Il locale è arredato in modo semplice ma con gusto e il personale è molto disponibile e gentile.

 

Cafe N

La sera del secondo giorno, dopo aver passato la giornata ad esplorare i canali e i vivaci viali di Copenaghen a bordo dei nostri bolidi a due ruote presi a noleggio, tutte infreddolite siamo andate in questo grazioso ristorantino che si trova nel centro di Norrebro. L’atmosfera è molto casalinga e accogliente, ce ne siamo innamorate. Infatti è stata la nostra meta ogni sera, anche perchè la posizione vicina a casa ci era molto comoda. Questo ristorante è totalmente vegan e offre un’ampia scelta di panini, insalate, zuppe e piatti misti come quelli che puoi vedere nelle foto e che io ho preso ogni volta perchè erano S-P-A-Z-I-A-L-I. Mix di insalate di verdure, di legumi, di pasta, burger, salsette e hummus. Ogni sera propongono mix diversi quindi sono sempre delle nuove delizie da assaggiare. Questo tipo di piatto si chiama “Cafe N plate” e te lo raccomando! I piatti sono davvero molto saporiti e le combinazioni di gusti molto ricercate.

 

 

42 Raw

Altro giorno, altro brunch. Questa volta in un ristorante vegan che ha 3 sedi in città. Il menù molto ricco offre pizze, insalate, panini, tapas, colazioni e brunch. Sono presenti opzioni crudiste e senza glutine. Chiaramente anche qui ho “dovuto sacrificarmi” assaggiando il piatto per il brunch. Pancakes alla banana con sciroppo d’agave, banana e bacche di goji, patatine dolci con maio vegan, avocado e hummus con pane ai semi senza glutine e yogurt di anacardi con granola. Tutto delizioso, tranne le patatine, che erano davvero una droga. Per questo non abbiamo potuto fare a meno di ordinare il bis.

 

The Union Kitchen

Una situazione di mani e piedi congelati che sarebbe potuta sfociare in un’amputazione, è stata salvata dall’accidentale comparsa di questo grazioso caffè sulla nostra strada. Apparte il fatto che questo locale offre instagrammate da fashion blogger level pro grazie a queste bellissime scritte sul caffè, fanno anche cappuccini usando latti vegetali. Quindi se vi trovate nelle vicinanze del castello di Amalienborg, dove fanno il cambio della guardia, merita una sosta.

 

Souls

Last but not least, poco più a nord della statua della Sirenetta della celebre fiaba di Andersen, c’è il bellissimo ristorante Souls. Fondato da due australiani, questo ristorante 100% cruelty free offre molti piatti che fanno venire l’acquolina in bocca: insalate, panini, pizze, pancakes, opzioni senza glutine, dessert e piatti per il brunch. A questo punto avrai capito che sono una brunch addicted quindi non servirebbe dire che ho preso il brunch plate, composto da pancakes (ottimi!), frutta, yogurt di anacardi con marmellata e muesli croccante, frutta, pane senza glutine con avocado, hummus di ceci e di piselli. L’hummus di piselli era davvero una prelibatezza! Il locale è ben arredato e l’atmosfera molto rilassante.

PS. Mi scuso anticipatamente per l’abuso della parola brunch in questo articolo! 🙂

 

 

Pane, burro d’arachidi e marmellata

Pane, burro d’arachidi e marmellata

Quando non ho banane mature e sono costretta a tradire le mie adorate smoothie bowl, faccio la classica colazione all’italiana con pane burro e marmellata. Ma in versione vegan, quindi usando il burro d’arachidi. Prima di andare in Canada in quarta superiore per passare un semestre […]

Granola crudista – muesli croccante con 3 ingredienti

Granola crudista – muesli croccante con 3 ingredienti

Da sempre vado matta per il muesli croccante, ma quello che trovo sugli scaffali dei supermercati non mi soddisfa più di tanto. Certamente è buono, ma gli ingredienti lasciano a desiderare perchè contiene una marea di zuccheri (spesso e volentieri lo zucchero è uno tra i […]

Estratto alla carota “Shine”

Estratto alla carota “Shine”

Il succo di carota è la più ricca fonte di vitamina A che il corpo possa assimilare velocemente e contiene anche un’altra ampia gamma di vitamine: B, C, D, E, G e K. Ricco di calcio, magnesio e ferro e di elementi organici alcalini vitali quali sodio e potassio, il succo di carota è un amico della pelle e degli occhi. Favorisce la digestione ed è un valido alleato per migliorare salute di ossa e denti. Ottimo per le donne in gravidanza e per le puerpere, poiché migliora la qualità del latte materno. Aiuta a normalizzare e a depurare l’intero organismo.

 

Ingredienti per 1 porzione:

  • 8 carote medie
  • 1 mela
  • 1 limone
  • 1 pezzettino di zenzero (circa 10 g)

 

 

Fonte: “Succhi freschi di frutta e verdura – ingredienti e proprietà nutritive per migliorare la salute e risolvere disturbi e malattie” di Norman Walker

Pasta proteica con sugo crudista al pomodoro

Pasta proteica con sugo crudista al pomodoro

Spesso dopo la palestra, quando arrivo a casa stanca e affamata, non ho molta voglia di cucinare piatti super elaborati. Quindi oggi voglio proporti una delle mie ricette preferite come post workout, ricca di proteine e nutrienti e perfetta anche per i celiaci o intolleranti […]

Smoothie bowl alla ciliegia

Smoothie bowl alla ciliegia

Per me l’estate inizia veramente solo quando la mamma porta a casa un cesto colmo di ciliegie. E ripenso ai miei orecchini fatti con le ciliegie. L’eleganza fatta di semplice fantasia vista dagli occhi di una bambina. Come potevo non trasformare questi dolci frutti estivi in una […]

Torta di carote con “scarti” della centrifuga

Torta di carote con “scarti” della centrifuga

Buongiorno! 😀

Come ogni mattina, ho preparato la mia centrifuga e oggi, visto che nel pomeriggio sarei andata al mare e la nonna dice che le carote fanno bene per l’abbronzatura, ho optato per un estratto di carote al 100%. Ogni volta, notando quanta polpa rimane come scarto, penso che è un vero peccato buttare via quei rimasugli e che bisognerebbe trovare dei modi per utilizzarli in cucina. Determinata a portare a termine la mia “missione”, ho fatto questa torta alla carota, senza zucchero e senza glutine.

Ingredienti (per una torta del diametro di 20 cm)

  • 200 g di farina di grano saraceno
  • 200 g circa di “resti” di centrifuga di carota
  • 350 g di purea di mela o 3 banane mature (circa 300g)
  • 15 g di lievito per dolci
  • 5 cucchiai di sciroppo d’acero
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1 pizzico sale
  • 1 bustina di vanillina
  • q.b. di olio di cocco

Procedimento

  • Dopo aver setacciato la farina e il lievito, mettili in una scodella capiente dove andrai ad aggiungere tutti gli ingredienti secchi: la cannella, la vanillina e un pizzico di sale;
  • Schiaccia le banane fino ad ottenere una crema e aggiungile agli altri ingredienti. Se scegli di usare la purea di mela, puoi aggiungerla direttamente;
  • Aggiungi la polpa di carote e lo sciroppo d’acero e mescola fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati per bene;
  • Ungi la tortiera di olio di cocco con l’aiuto di uno scottex e poi versaci l’impasto;
  • Cuoci in forno preriscaldato a 180° per 30-35 minuti, controllando la cottura con uno stuzzicadenti (in base al forno potrebbero volerci alcuni minuti in più o in meno). A cottura ultimata, sforna la torta e lasciala raffreddare prima di sformarla.

Vegani a Verona

Vegani a Verona

La Lanterna   Quale miglior occasione di un viaggio di lavoro per assaggiare le prelibatezze che Verona offre ai vegani?! Nei giorni passati a Verona ho lavorato tutto il giorno ad una fiera, perciò ho approfittato delle cene per provare i ristoranti cruelty free della zona. Per i […]