Instagram         Email
                                                                              BE THE LOVE YOU WISH TO SEE IN THE WORLD.

Su di me

Mi chiamo Alessia e sono cresciuta a Gorizia tra lezioni di violino, gare di sci e tanta voglia di scoprire il mondo. Vado in palestra per non lasciare che l’università mi faccia impazzire e per prendermi cura del mio corpo. Dopo aver lottato contro l’anoressia, sto imparando a volermi bene e la scelta di diventare vegana mi ha aiutato a fare pace con il cibo.

Viaggiare è la mia medicina, divoro libri e adoro ogni cosa che coinvolga la creatività. Mi piacciono i datteri, le carote con il burro d’arachidi, le lunghe camminate a piedi nudi sulla sabbia, fare colazione, guardare le stelle e tante altre cose.

Perché vegan?

Quando me lo chiedono la mia risposta breve è: per gli animali, per la mia salute e per il pianeta. E ciò potrebbe bastare, ma la verità è che ci sono un’infinità di motivi per cui diventare vegana è la migliore scelta che io abbia fatto in termini di alimentazione. Con questo blog desidero condividere le mie esperienze e le mie conoscenze per aiutarvi a creare un rapporto sano con il cibo, a conoscerlo e a conoscervi.

Per me, essere vegana significa amare ogni creatura. Estendere la compassione e il rispetto verso ogni essere vivente. Umani compresi. Non sono stata cresciuta in questo modo. Sono cresciuta bevendo latte e mangiando carne e pesce. E tanto formaggio, perchè siamo italiani e il formaggio è praticamente ovunque. Mangiando pizze al taglio e kebab con gli amici nei weekend, divorando gelati alle 2 di notte dopo un film. Ma quasi due anni fa, le cose sono cambiate. Mi si sono aperti gli occhi sull’atrocità con cui vengono trattati gli animali nell’industria alimentare.
Cambiare idea non è incoerenza, ma evoluzione. Credo che la conoscenza ci da potere e l’informazione ci rende liberi. Mettere sempre tutto in dubbio. Domandarsi da dove viene il cibo che mettiamo nei nostri piatti ogni singolo giorno e che impatto ha sugli altri esseri viventi e sul pianeta. Che impatto ha sul nostro corpo e sulla nostra salute.
Non restiamo intrappolati in dogmi, vivendo secondo i risultati del pensiero di qualcun altro. Assumiamoci la responsabilità delle scelte che facciamo ogni giorno e impariamo ad avere il coraggio di andare controcorrente.
Essere l’amore che vogliamo vedere nel mondo. Questo è ciò che dobbiamo fare.

Il passaggio ad una dieta che esclude prodotti animali deve essere vissuto come una scelta e non come una privazione. Sono vegana da maggio 2016 e da allora mi sono informata molto leggendo libri, guardando documentari, parlando con nutrizionisti, partecipando a festival e facendo un ritiro di cucina vegana crudista in Thailandia. Per non annoiarvi con informazioni che dette da una che non ha nessun titolo di studio in materia potrebbero sembrare poco attendibili, vi lascio qualche fonte da cui potete trarre le vostre personali conclusioni.

Libri:

The China Study, lo studio più completo sull’alimentazione mai condotto finora di Colin Campbell

How not to die , di Michael Greger (oppure la versione in italiano Sei quello che mangi)

Buono, sano, vegano di Michela de Petris

Se niente importa di Jonathan Safran Foer

Film:

What the health

Forks over knives 

Cowspiracy

Earthlings

Un equilibrio delicato

Vegucated

Fat, Sick & Nearly Dead

 

Inoltre vi consiglio di seguire il medico Micheal Greger, anche autore di uno dei libri sopracitati, sul suo sito o canale youtube NutritionFacts.org. E’ un pozzo di conoscenza e informazioni in continuo aggiornamento. Come dal nome, nutrition facts, i dati che presenta sono sempre supportati da studi.

 

SalvaSalva