Instagram     Youtube         Email

Sii l’amore che vuoi vedere nel mondo.

Vegani a Koh Phangan

Vegani a Koh Phangan

Koh Phangan è una bellissima isola nella parte sud est della Thailandia, conosciuta principalmente per il Full Moon Party, il party sulla spiaggia più famoso al mondo.

Quello che molti non sanno è che la parte nord ovest dell’isola (nello specifico nell’area conosciuta come Srithanu, vicino a Zen Beach) è una specie di paradiso vegano, con ristoranti, caffè e centri yoga.

Dopo aver passato più di 15 giorni esplorando quest’isola, ho deciso di condividere con voi la mia esperienza, facendo una lista dei ristoranti in cui ho mangiato, i posti in cui ho dormito, dove ho fatto yoga, dove ho fatto un detox di 3 giorni e anche alcuni consigli sui posti da visitare.

DOVE MANGIARE?

Karma Kafe

Il mio ristorante preferito dell’isola è stato decisamente Karma Kafe, di cui ho adorato tutto: il cibo, l’atmosfera rilassata, l’arredamento che mi sembrava un mio board di pinterest e lo staff molto gentile e disponibile.

In questo ristorante completamente vegano il cibo è biologico e nel menù ci sono un sacco di opzioni sane, senza glutine, crudiste e senza zucchero.

Da provare consiglio il sushi crudista con sopra dei cuoricini di tahini e il loro burrito con il wrap di spirulina, da urlo!!

EAT.CO – Eat Consciously

Se siete nei pressi di Zen Beach, Eat.co è senz’altro una tappa perfetta per la cena dopo essersi goduti il tramonto sulla spiaggia. Qui, qualsiasi cosa scegliate di ordinare dal menù, vi consiglio di ordinare anche una porzione extra di “Meaty mushrooms”, senza dubbio i migliori funghi mai mangiati in vita mia! 

Se invece vi trovate vicino al porto di Thong Sala, non c’è luogo migliore per il brunch della Bruncherie di Eat.co, dove hanno un po’ di tutto, ma le cose che vanno per la maggiore sono i waffles con farina di ceci, che posso essere sia dolci che salati.

The fruitarian experience

The fruitarian experience è il primo ristorante al mondo che offre cibo a base di frutta al 100%. Vale senz’altro una visita, perchè sono sicura che sarà un’ esperienza che vi sorpenderà positivamente.

Il cibo non è completamente crudista, perché alcuni piatti sono cotti, ma il menù è tutto a base di frutta (inclusi ingredienti come pomodoro, zucca, ecc che spesso nel quotidiano facciamo cadere sotto alla categoria di verdure ma che in realtà sono frutti).

Visto che i proprietari sono dei giovani ragazzi italiani, nel menù ci sono molte rivisitazioni dei nostri piatti tradizionali.

Io ho preso un piatto con un dei gnocchi fatti con la banana conditi con una crema di zucca e zucchine arrostite, un burrito con un ripieno di avocado, pomodori e olive avvolto in un wrap disidratato per 72 ore a base di zucchine, zucca e peperoni.

La cosa che mi è piaciuta di più però è stata la carbonara di zucchine condita con una crema di avocado in cui c’era uno speciale sale nero dell’Himalaya che ha un sapore che ricorda quello dell’uovo, incredibile!

Non me lo sarei mai aspettato, ma dopo questi due piatti ero sazia e nemmeno il mio stomaco extra, quello per il dessert, ce l’ha fatta.. peccato perché c’era un tiramisù che stava chiamando proprio il mio nome!

Comunque tutto quanto era davvero buono, pare incredibile che fosse tutto solo a base di frutta! 

Pure vegan heaven

Pure vegan heaven è una catena di ristoranti vegani che oltre a Koh Phangan, ha sede anche a Koh Samui, Phuket e Chiang Mai. Io ci sono stata sia a Koh Phangan che a Koh Samui e la loro raw bowl mi ha decisamente conquistata, così come il dessert al cioccolato e frutti di bosco, una vera delizia!!

Green Gallery

Sempre nella zona di Srithanu, c’è un’altro ristorante vegano con un menù molto vario e gustoso!! La loro insalata birmana mi è piaicuta un sacco e vi consiglio di provarla se avete voglia di qualcosa di leggero ma al tempo stesso molto gustoso!

Due volte a settimana organizzano delle serate con un falò e musica dal vivo.

DOVE DORMIRE?

Panviman resort

Sono volata in Thailandia intorno ai primi di dicembre, e visto che il mio arrivo coincideva con il mio compleanno (sono un saggitario) ho deciso di regalarmi un soggiorno di 3 giorni in questo angolo di paradiso con tanto di piscina in camera e vista mozzafiato.

Questo Resort si trova nella parte nord est dell’isola, è immerso nel verde e ha una spiaggia molto bella. In bassa stagione, il rapporto qualità prezzo è ottimo e penso che valga la pena concedersi qualche giorno di lusso.

La colazione a buffet offre un sacco di ozpioni vegan, tra cui frutta tropicale di alta qualità, un buon caffè (hanno anche il latte di soia), toast con marmellata e per chi ama le colazioni salate c’è un’ampia scelta di piatti caldi che cambia giornalmente con verdure, fagioli in salsa di pomodoro e molto altro.

Il giorno del mio compleanno, i dolcissimi ragazzi dello staff mi hanno messo in imbarazzo davanti ad un’intera sala piena di persone cantandomi tanti auguri e portandomi questo piattino con le candeline accese durante la colazione. È stata una cosa carinissima, ma sono l’unica che si guarda intorno non sapendo cosa fare mentre mi cantano tanti auguri?!😅

Wonderland healing center

Spostandomi più al centro dell’isola, sono andata per alcuni giorni a praticare yoga al Wonderland Healing Center, un resort 100% vegano che offre ritiri di yoga, detox o semplicemente un po’ di relax nella giungla. Vicino c’è anche una cascata molto bella da visitare e ho fatto anche un video sul mio canale Youtube dove documento una mia giornata durante il ritiro (coming soon).

Il cibo è delizioso e i pasti sono a buffet, con un salad bar e un angolo con frutta fresca presenti ad ogni pasto, a cui si aggiungono piatti caldi che cambiano giornalmente e non si ripetono mai nell’arco di 7 giorni. Io adoro i buffet perché è bello poter assaggiare un po’ di tutto.

Ogni giorno vengono offerte lezioni di diversi tipi di yoga, pilates, classi di meditazione e altre attività spirituali.

The Sanctuary Thailand 

The Sanctuary Thailand è il posto ideale per chi vuole rigenerarsi facendo qualche giorno di detox, così come per chi è in cerca di tranquillità lontano dai turisti, dalle macchine e dagli scooter, visto che si trova in una parte dell’isola raggiungibile solo via mare.

Le spiagge selvagge immerse nella giungla sono il luogo perfetto per del vero e proprio relax. Oltre a diversi programmi di detox, c’è un delizioso ristorante con diversi menù: uno onnivoro, uno vegano ed uno interamente crudista. Consiglio di provare i nori rolls, erano buonissimi. Ripieni di lattuga, carote, cavolo cappuccio e cremina fatta con yogurt di cocco speziata con le foglie di kaffir lime, un ingrediente molto usato nella cucina thailandese di cui vado pazza!

Bamboo Huts

Nei pressi di The Sanctuary Thailand, c’è anche una graziosa serie di bungalows che si chiama Bamboo Huts. Purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista), non si trova online, quindi per soggiornarci bisogna andare lì di persona e accertarsi che abbiano disponibilità.

I bungalows sono molto basic, ma sono puliti e il rapporto qualità prezzo (500 baht a notte per un bungalow per due persone) secondo me è buono, vista la location mozzafiato.

Dopo numerosi giorni consecutivi di pioggia (era la stagione delle piogge) mi sono svegliata con questa vista.

I ragazzi dello staff sono super gentili e nel loro menù ci sono un sacco di piatti vegani o che possono diventarlo su richiesta. I prezzi sono bassi e le porzioni più che abbondanti (win win!!).

Captan Home

Ho trovato questo ostello su booking cercando una camera privata economica con bagno nella zona di Srithanu.

Molto semplice e basic, ma c’era tutto il necessario e la zona è davvero carina.

A 3 minuti a piedi c’è una spiaggia dove ci si può godere tramonti con nuvole con il colore dello zucchero filato.

Cose da non perdere: i miei suggerimenti

  • Un luogo imperdibile è il View Point da cui si può godere la meravigliosa vista dell’isola di Ko Ma.
  • Anahata Yoga Shala: Nella zona di Srithanu, c’è un centro yoga dove vengono offerte lezioni gratis di diversi tipi di yoga. Le lezioni si tengono due volte al giorno: al mattino e nel pomeriggio.
  • Non sono sicura al 100% che sia una cosa continuativa nel tempo, ma vi consiglio di andare a dare un’occhiata se vi trovate nei paraggi. Nei giorni in cui sono stata a Srithanu, adoravo andare alla lezione del pomeriggio per poi andare a vedere il tramonto in spiaggia, che era ad un minuto di camminata.
  • Se siete interessati in eventi di tipo olistico vi consiglio di iscrivervi al gruppo facebook “FREE conscious events – Koh Phangan, Koh Samui & Chiang Mai”, dove vengono pubblicati giornalmente numerosi eventi interessanti.


2 thoughts on “Vegani a Koh Phangan”

  • Today, while I was at work, my cousin stole my apple ipad and tested to see if it can survive a thirty foot drop, just so she can be a youtube sensation. My apple ipad is now destroyed and she has 83 views. I know this is entirely off topic but I had to share it with someone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.